The Broccoli Mindset: l’app per un’alimentazione sana ed ecosostenibile

L'applicazione che facilita il passaggio a una dieta plant-based grazie alla proposta di ricette vegetali e informazioni sul loro impatto ambientale.

Come la tecnologia può supportare la salvaguardia del pianeta

Cultura alimentare: conosciamo il nostro target

In questo momento storico assistiamo a cambiamenti di enorme portata materializzarsi nel giro di pochissimo tempo.  Basti pensare all’e-commerce che in tre mesi ha avuto uno sviluppo pari a quello che ha vissuto negli ultimi dieci anni messi insieme.

Il comportamento d’acquisto nel settore food, per esempio, si sta spostando verso il consumo di alimenti plant-based in molte parti del mondo, tra cui Stati Uniti ed Europa. Abbiamo osservato che le start-up che offrono alimenti vegani stanno crescendo e ricevono investimenti significativi. Un esempio è Impossible Foods che ha chiuso un round di 1,3 miliardi di dollari.

Questi segnali confermano che si tratta di un trend globale in forte ascesa, tanto da spingere alcuni a definire il periodo in cui viviamo come  “l’era vegana”.

Sempre più persone sono disposte ad abbandonare una dieta onnivora per motivi legati alla salute, all’etica e alla ecosostenibilità, e, quindi:

  • Diminuire l’inquinamento causato dall’industria della carne;
  • Combattere le crudeltà sugli animali;
  • Adottare un’abitudine nutrizionale più sana.

Gli individui che vogliono approcciare questa tipologia di dieta sono però spesso frenati da molteplici dubbi, come l’incertezza su quanto sia possibile mantenere un apporto nutrizionale equilibrato anche con una dieta a base vegetale.

L’idea alla base della progettazione è quindi creare un’applicazione in grado di aiutare le persone a mantenere una corretta alimentazione anche dopo aver variato la propria dieta. Attraverso un’approfondita ricerca di mercato abbiamo indagato quali fossero i bisogni primari degli utenti e quali i loro maggiori ostacoli.

Pomodori sulla pianta nei campi

Progettazione e ricerca: designer e marketing analyst all’opera

How Might We

Questa ricerca ha permesso ai membri del team di evidenziare le sfide e di concentrarsi sulle soluzioni. Le principali domande messe in evidenza da HMW sono state due:

  • Come possiamo raggiungere il target scelto in soli due giorni?
  • Come possiamo identificare il maggiore ostacolo all’adozione di una dieta plant-based?

Research Journey & Marketing Research

Per rispondere alle due domande emerse da HMW abbiamo condotto alcune ricerche su blog, siti web e gruppi Facebook che fossero rilevanti sul tema della dieta a base vegetale e dello stile di vita; abbiamo poi effettuato una analisi competitiva studiando modelli di business e applicazioni esistenti.

Un questionario è stato lo strumento più adatto per indagare abitudini ed esigenze del target di riferimento. È stato strutturato in modo che il team potesse distinguere le risposte degli utenti sulla base del loro stato: da una parte i vegani e coloro che seguono da tempo una dieta plant-based; dall’altra il vero target dell’app, individui che non stanno seguendo una dieta a base vegetale al momento ma che sono interessati a farlo o che la seguono solo parzialmente.

Questo ha anche permesso al team di accumulare una conoscenza più ampia sul settore e sulle diverse tipologie di attori.

GIF del questionario

I risultati del questionario

Il questionario ha riscosso grande partecipazione, le community cui fa parte il nostro target sono molto attive e sentono profondamente l’argomento. Dall’analisi è emerso che:

  • I dubbi e le paure più comuni prima di cominciare questa dieta sono:
      • Non saper come mantenere il corretto apporto nutrizionale
      • Sentire la mancanza del gusto e della consistenza del cibo classico
      • La paura di non essere capiti da famiglia e amici
  • Gli ostacoli più comuni all’adozione di una dieta plant-based sono:
      • La difficoltà nel mantenere una dieta plant-based in viaggio
      • I dubbi su come mantenere il corretto apporto nutrizionale
      • La mancanza di prodotti pronti vegetali
      • I ristoranti plant-based friendly e i locali in generale.

Tra le possibili soluzioni proposte per supportare le persone nell’adozione di una dieta a base vegetale, gli utenti target hanno posto l’attenzione su una maggiore consapevolezza globale riguardo all’impatto che le scelte alimentari di ciascuno hanno sull’ambiente, sulla salute e sugli animali.

L’app The Broccoli Mindset

Conclusa la prima parte di ricerca, ci siamo focalizzati sui seguenti punti:.

  1. Le persone sono desiderose di vedere il differente impatto ambientale che hanno le ricette plant-based rispetto alle corrispondenti varianti realizzate con alimenti tradizionali. Questo è probabilmente la più forte motivazione che li spinge a cambiare dieta.
  2. Molti onnivori, incuriositi da una dieta plant-based, sono comunque incerti sull’apporto proteico di quest’ultima .

Continuando ad approfondire questi temi e investigando sempre più in profondità i bisogni degli utenti e le soluzioni già presenti sul mercato, abbiamo rilevato  un gap che costituisce un’opportunità di business: è efficace dare informazioni su buone alternative a ricette a base animale, indicando i valori nutrizionali dei piatti e mostrando la riduzione del proprio impatto ambientale.

 

Progettazione e divergenza creativa

Abbiamo quindi iniziato la progettazione con una fase creativa di generazione di idee: ogni membro del team doveva disegnare quattro diverse soluzioni nell’esercizio chiamato “Crazy 4s” e scegliere ed abbozzare graficamente poi l’idea che giudicava migliore. Successivamente le idee scelte sono state sviluppate e approfondite singolarmente dai membri del team e condivise; è stata selezionata la migliore su cui c’è stato un ulteriore approfondimento.

Ogni membro del team è stato poi chiamato ad elaborare ulteriormente un prototipo: in 8 minuti, ciascuno ha abbozzato l’interazione tra gli utenti target e le idee selezionate.

Fasi del growth hacking

L’anima tecnologica: un’infrastruttura solida e versatile

La soluzione tecnologica che abbiamo scelto si basa su:

  • Framework Flutter o React Native per la UI – entrambi sono nati per costruire applicazioni mobile ma possono essere usati anche per creare applicazioni web, permettendo di scrivere un’unica base di codice che possa essere utilizzata poi su diversi device.
  • Node.js per il backend – una soluzione backend leggera e facilmente scalabile che coopera bene con Flutter e React Native.

Developer che programma al pc

Un’app piacevole da utilizzare e ricca di informazioni facilmente fruibili

Il prototipo frutto di questo processo è una piattaforma che facilita la ricerca e la scelta di ricette, anche quelle legate alla tradizione, adatte ad una dieta a base vegetale.

Subito dalla schermata di benvenuto è possibile esplorare piatti interessanti, il vero motivo per cui gli utenti frequentano l’app. Proseguendo nell’utilizzo, è possibile fruire di una grande selezione di piatti speciali e loro specifiche variazioni. Per ciascuna di queste ultime c’è la possibilità di avere uno sguardo sui principali valori nutrizionali, che verranno poi riportati in maniera completa una volta scelta la ricetta, insieme alle informazioni sul suo impatto ambientale.

Abbiamo scelto di dare rilevanza a questi dati usando dei paragoni per favorire la comprensione. Per esempio, per rendere più chiaro il notevole risparmio d’acqua di una ricetta vegetale rispetto alla versione ‘tradizionale’, abbiamo espresso il valore attraverso l’equivalente, in litri, di docce da 7 minuti.

Dato che l’allevamento di animali sta contribuendo direttamente alla deforestazione e al surriscaldamento globale, abbiamo pensato a delle unità di misura per rendere più chiara ed immediata l’interpretazione del proprio impatto sull’ambiente. Perciò altri dati includono, ad esempio, il risparmio di CO2 pari a 42 km di strada percorsi con l’auto.

Viene poi illustrata la ricetta pronta per essere cucinata, con gli ingredienti e il procedimento nel dettaglio per preparare il piatto.

Schermate ApplicazioneSeguire i trend e farsi trovare pronti

Siamo davanti ad un mercato in forte ascesa a livello globale, il bisogno e le motivazioni degli utenti che abbiamo validato accomunano una grande audience, c’è un numero sempre crescente di persone che stanno considerando di passare a una dieta a base vegetale. Numerosi studi dimostrano come la popolazione mondiale debba rivedere le proprie abitudini alimentari per salvaguardare il pianeta che la ospita e le tecnologie possono supportare e facilitare questo processo.

Team Uqido a lavoro

Ti interessano gli insight di questi progetti? Li condividiamo con gli iscritti al nostro Exploratorium, scopri di più su questo laboratorio di sperimentazione cliccando qui 👉 https://exploratorium.uqido.com/

COS’E’ EXPLORATORIUM

Exploratorium è il laboratorio di Uqido dove ogni settimana progettiamo, sviluppiamo e lanciamo sul mercato un nuovo prodotto digitale.

Il nostro hub composto da sviluppatori, designer e marketing strategist, provenienti da realtà come IDEO, YCombinator, Sony e M31, realizza e lancia ogni settimana un nuovo prototipo e, attraverso tecniche di Growth Hacking, metodologie Lean e Design Sprint, raccoglie i feedback del mercato.


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, string given in /home/wp-user/www/uqido-2020/releases/122/wp-content/plugins/exit-popup/exit-popup.php on line 262